MENU

News

Report - Una Settimana sui Mercati - 16.05.2022

Report - Una Settimana sui Mercati - 16.05.2022

La guerra in Ucraina prosegue, ci sono però stati alcuni sviluppi sul fronte diplomatico, infatti questa settimana si è tenuto il primo colloquio in mesi tra ufficiali americani e russi, durante il colloquio Lloyd Austin, segretario americano della difesa ha richiesto a Sergei Shoigu, la sua controparte russa, di cessare il fuoco. In America, per quanto riguarda la lotta all’inflazione Biden ha riaffermato la sua fiducia nella Fed e ha approvato nuovi rialzi dei tassi d’interesse. Queste affermazioni hanno una duplice interpretazione, infatti il Presidente sa che l’inflazione sta raggiungendo livelli troppo alti, ma è anche conscio che l’economia americana sia abbastanza forte per poter reggere tale aumento dei tassi. Intanto sul fronte politico prosegue la guerra commerciale intrapresa anni fa con la Cina, che se prima era caratterizzata da aumenti delle tariffe di esportazione, ora consiste in dispute legali su settori tecnologico e finanziario. Inoltre per rinforzare la propria presenza in Asia e contrastare lo strapotere cinese, il governo americano avrebbe promesso di investire circa $150 milioni nei paesi del sud-est asiatico. In Europa la notizia principale riguarda l’inflazione che durante il mese di aprile dovrebbe aver raggiunto il livello del 7.4%, questo probabilmente porterà la Banca Centrale Europea ad anticipare l’aumento dei tassi d’interesse. Per quanto riguarda il fronte politico la Finlandia avrebbe comunicato alla Russia che entrerà nella Nato, la risposta di Putin non si è fatta attendere, di fatti il capo dello stato russo avrebbe definito questa mossa un errore. Infine prosegue la crisi riguardante l’approvvigionamento di materie prime, in particolare la guerra in corso causerà gravi problemi alla produzione di grano in Ucraina e alla sua esportazione. Questo con ogni probabilità porterà ad un aumento importante dei prezzi, dato che l’Ucraina rimane uno dei maggiori esportatori di grano verso l’Europa. Parlando più nello specifico della situazione economica italiana, il ministro dell’economia, Daniele Franco, ha affermato che la struttura economica italiana continua a mostrare segni di robustezza, nonostante i problemi che ha dovuto affrontare nell’ultimo periodo. Per quanto riguarda invece la posizione dell’Italia sul conflitto tra Ucraina e Russia, durante una premiazione a Washington, Draghi ha affermato che l’Europa ha il dovere di formulare un piano Marshall per la ricostruzione del territorio ucraino. In Cina, la Zero Covid Policy rimane inalterata e la WHO, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha lanciato l’allarme, affermando che la strategia adottata da Beijing è insostenibile e causerà gravissimi danni. Tuttavia, gli ultimi dati riportati dai media cinesi mostrano come abbandonare questa policy porterebbe a un aumento ingestibile dei casi di Covid, di conseguenza come ribadito da WHO, l’unica soluzione per risolvere questo problema sarebbe quella di aumentare il numero di vaccinati, utilizzando vaccini sviluppati nei paesi dell’Occidente, dato che questi sono caratterizzati da una maggiore efficacia rispetto al vaccino Sinovac cinese.

Leggi il report completo cliccando QUI

Report - Una Settimana sui Mercati - 09.05.2022

Report - Una Settimana sui Mercati - 09.05.2022

La guerra in Ucraina prosegue, continua l’assalto alla città portuale di Mariupol, i cui centri sono stati pesantemente bombardati. Il primo ministro ucraino ha affermato che donne e bambini hanno evacuato uno dei centri principali della città, la fabbrica di acciaio Azovstal. Pare quindi che sia arrivata la stretta finale dell’assedio russo, tuttavia l’intelligence britannica ha affermato che la Russia stia avendo problemi tra le truppe, causati prevalentemente dalla resistenza ucraina. In America la notizia principale riguarda ancora una volta l’inflazione, infatti, questa settimana la Fed ha aumentato i tassi d’interesse dello 0.5%, ciò non accadeva dall’anno 2000. Questo ha fatto sì che i tassisuperassero il livello del 3% per la prima volta dal 2018. Inoltre la crisi energetica sta peggiorando anche negli Stati Uniti dopo il recente aumento dei prezzi causato dall’embargo sulle commodity russe proposto dall’Unione Europea. Per quanto riguarda invece il mercato del lavoro, nonostante la mancanza di lavoratori in certi settori, gli ultimi report hanno mostrato come ad aprile il tasso di disoccupazione sia rimasto stabile sul livello del 3.6%, questo risultato è dovuto al fatto che l’economia americana abbia registrato circa 436.000 nuove assunzioni. In Europa la notizia principale riguarda la crisi energetica, infatti l’Unione Europea sta cercando di arrivare all’unanimità per annunciare ufficialmente l’embargo sulle commodity russe, tuttavia l’UE sta trovando una certa resistenza da alcuni paesi, come l’Ungheria, il cui governo ha affermato che il paese non avrebbe la possibilità di reggere le conseguenze di questa operazione. Inoltre le banche europee stanno pensando a potenziali strategie per limitare i danni dovuti alla chiusura dei rapporti con la Russia. Le istituzioni finanziarie europee sono esposte al paese di Putin per circa $86 miliardi e contano circa 40mila lavoratori in Russia. Di conseguenza nell’ultimo periodo esse stanno cercando di mettere da parte una buona quantità di fondi che saranno utilizzati per coprire tali perdite, che sono stimate a circa $10 miliardi. Parlando più nello specifico della situazione economica italiana, gli esperti hanno rivisto al ribasso le previsioni sulla crescita del Pil. In particolare Assolombarda ha affermato che il tasso di crescita del Pil lombardo sarà circa del 2.6%, quando inizialmente si prevedeva un 4%, questo calo è dovuto allo shock energetico e all’aumento dei prezzi delle materie prime. In Cina, il governo ha ribadito che la Zero Covid Policy non verrà alterata, questo contraddice l’annuncio della scorsa settimana tramite cui Xi Jinping aveva affermato che il governo avrebbe preso misure importanti per aiutare la ripresa economica. Di conseguenza, dato che i lockdown non permetteranno agli stabilimenti di riprendere la produzione, gli investitori non si attendono una ripresa nel prossimo futuro.

Leggi il report completo cliccando QUI

Report - Una Settimana sui Mercati - 02.05.2022

Report - Una Settimana sui Mercati - 02.05.2022

La guerra in Ucraina prosegue, Zelensky ha incontrato a Kyev, Antony Blinken e Lloyd Austin, segretari americani dello stato e della difesa, per parlare delle prossime strategie difensive. Dopo l’incontro sono arrivate notizie riguardanti il fatto che Biden abbia richiesto al Congresso americano di far passare una Bill che consisterebbe in $33 miliardi per ulteriori aiuti umanitari e militari all’Ucraina. Arrivano buone notizie sull’allarme nucleare, dato che il ministro degli esteri russo, ha affermato che il rischio di utilizzare questo tipo di armi dovrebbe essere mantenuto al minimo. In America la notizia principale riguarda il rilascio del report sulla crescita del GDP statunitense, che ha mostrato come l’economia americana si sia contratta durante il primo trimestre di quest’anno (GDP: -1.4%). Inoltre, prosegue la stagione delle trimestrali, questi report hanno mostrato come molte aziende,soprattutto quelle operanti nelsettore tech stiano soffrendo a causa dei costi legati a materie prime e logistica. Bisogna anche sottolineare come svariate aziende abbiano riportato gravi perdite causate dalla repentina chiusura delle proprie attività in Russia. Infine, sul fronte politico pare che i democratici stiano cercando di salvare almeno parte della Build Back Better Bill, il disegno di legge trilionario per il rilancio dell’economia americana, la cui approvazione era stata negata a causa degli sviluppi geopolitici dei primi mesi del 2022. In Europa la notizia principale riguarda ancora la crisi energetica, Mosca ha affermato che bloccherà i rifornimenti di gas naturale a Polonia e Bulgaria se queste nazioni dovessero mantenere le loro posizioni pro-Nato e quindi non dovessero pagare per questa commodity in rubli. Questo evento ha causato un aumento iniziale del 20% del prezzo del gas, che poi durante il corso della settimana è diminuito, chiudendo gli ultimi cinque giorni in aumento circa del 5%. Sul fronte politico, in Francia, Macron ha vinto le elezioni. Invece per quanto riguarda l’adesione alla Nato di Svezia e Finlandia, pare che il primo paese stia mostrando alcune incertezze, data la sua tradizione da paese neutrale, nonostante ciò entrambe le nazioni dovrebbero proseguire il proprio iter di accesso nell’alleanza militare. Parlando più nello specifico della situazione economica italiana, dato l’elevato livello di indebitamento dello Stato italiano, preoccupa parecchio la possibilità di un imminente rialzo dei tassi d’interesse da parte della Banca Centrale Europea. Tuttavia secondo le analisi di alcuni esperti l’Italia ha la capacità di sopportare tale operazione. In Cina, Xi Jinping ha ripetuto che nei prossimi mesi il governo prenderà misure importanti per rilanciare l’economia cinese, questa notizia ha portato a un rally delle aziende, in particolare quelle tech che nell’ultimo periodo avevano perso gran parte del proprio valore a causa delle misure stringenti adottate da Beijing.

Clicca QUI per leggere il report completo

 

Report - Una Settimana sui Mercati - 26.04.2022

Report - Una Settimana sui Mercati - 26.04.2022

Per quanto riguarda la guerra in Ucraina, questa domenica Zelensky incontrerà su territorio ucraino Antony Blinken e Lloyd Austin, segretari americani dello stato e della difesa, per parlare delle prossime strategie sull’approvvigionamento di armi da parte degli USA. Vari ufficiali ucraini, tra cui il primo ministro, hanno affermato che senza aiuti aggiuntivi da parte della Nato, l’Ucraina perderebbe il controllo dei suoi territori. Il Fondo Monetario Internazionale ha affermato infatti che l’Ucraina necessiterà approvvigionamenti per circa $15 miliardi nei prossimi tre mesi. Inoltre il sindaco di Kyev, Vitali Klitschko, ha affermato che gli ufficiali ucraini si aspettano ulteriori attacchi russi su città chiave ucraine come Kyev. Sul fronte russo, Mosca ha affermato che Mariupol, la città portuale ucraina, sia stata conquistata, d’altra parte l’intelligence americana ha dichiarato che gli scontri non sono ancora terminati e che le truppe ucraine stiano ancora tentando di resistere e respingere l’offensiva russa. In America la notizia principale riguarda ancora una volta l’inflazione, vari analisti hanno rilasciato le proprie previsioni sul tasso inflazionistico, dandolo ancora in aumento durante il mese di aprile. Pare infatti che la Fed sia stata troppo lenta ad aumentare i tassi d’interesse e questo la obbligherà a alzarli più del previsto nel prossimo periodo, il prossimo aumento potrebbe arrivare già a maggio. Sul fronte politico, il segretario della difesa, Lloyd Austin, ha dialogato con il ministro della difesa cinese per parlare della situazione riguardante il Taiwan, dato che gli USA vorrebbero evitare che il paese asiatico sia invaso. In Europa la notizia principale riguarda ancora la crisi energetica, la segreteria del tesoro degli USA, Janet Yellen avrebbe avvertito l’Europa sui potenziali danni di un ban completo sulle importazioni di gas naturale dalla Russia, secondo la Yellen questo causerebbe una profonda recessione. Inoltre, iniziano a sorgere i primi dubbi su quanto l’Algeria possa effettivamente rimediare alla crisi attuale, aumentando le esportazioni verso l’Europa. Sul fronte politico intanto proseguono le elezioni presidenziali in Francia e prosegue l’iter per far entrare Svezia e Finlandia nella Nato. Parlando più nello specifico della situazione economica italiana, la notizia principale riguarda il versamento da parte dell’Unione Europea della prima tranche da €21 miliardi per il Pnrr (Piano nazionale ripresa resilienza). Questi fondi daranno la possibilità al governo di far partire il proprio piano di riforme e investimenti per far ripartire il paese. In Cina la notizia principale riguarda ancora il Covid, la decisione del governo cinese di non importare i vaccini sviluppati in Europa e America sta causando gravi danni, tra le città più colpite c’è Shanghai, dove circa 4.5 milioni di persone sono confinate in casa. La distribuzione di alimenti ai soggetti confinati ha avuto dei problemi, portando parecchie famiglie a rimanere per giorni senza cibo. Inoltre, dato che molte aree urbane cinesi sono ancora in lockdown, permangono le complicazioni legate alla filiera produttiva.

Clicca QUI per leggere il report completo

Report - Una Settimana sui Mercati - 19.04.2022

Report - Una Settimana sui Mercati - 19.04.2022

Per quanto riguarda la guerra in Ucraina, la situazione sta diventando sempre più grave, dopo che un missile antinave ucraino avrebbe fatto affondare nel Mar Nero una delle più importanti navi da guerra russe, la Moskva. La Russia ha quindi promesso ulteriori attacchi contro l’Ucraina, che sono ricominciati negli ultimi giorni, infatti sono state lanciate nuove bombe su Kyev. Inoltre Putin avrebbe intimato agli stati membri della Nato di smettere di mandare armamenti all’Ucraina. Nonostante ciò, questo mercoledì Biden ha annunciato un nuovo programma di assistenza militare all’Ucraina del valore di $800 milioni, inoltre il presidente degli Stati Uniti avrebbe chiesto ai membri europei della Nato di aumentare gli aiuti al paese governato da Zelensky. In America la notizia principale riguarda ancora una volta la crisi energetica, l’amministrazione Biden ha annunciato nuove misure per limitare o addirittura invertire l’aumento dei prezzi dell’energia. Infatti il governo riprenderà a vendere contratti di leasing per terreni dove trivellare gas naturale e petrolio. Intanto arriva l’allarme dal settore bancario, dove una delle principali istituzioni americane, Citigroup, ha annunciato che, come conseguenza delle sanzioni imposte alla Russia, la banca potrebbe accusare circa $3 miliardi di perdite. In Europa la notizia principale riguarda la situazione di Svezia e Finlandia che hanno fatto richiesta per entrare nella Nato tramite un iter accelerato. I premier dei due paesi, che sono storicamente stati neutrali durante gli ultimi conflitti internazionali, hanno annunciato che una decisione finale verrà presa nei prossimi giorni, ma che l’adesione è sempre più probabile data la minaccia dell’avanzata russa. Parlando più nello specifico della situazione economica italiana, Draghi ha stretto un nuovo accordo con l’Algeria per aumentare la fornitura di gas naturale da parte del paese africano. Questa notizia, unita a un report dell’Istat che ha rivisto al ribasso dello 0.2% le previsioni sull’aumento dell’inflazione, ha contribuito alla performance positiva del mercato azionario italiano. Tuttavia il livello di inflazione rimane parecchio alto, esso si aggira infatti attorno al 6.5%. In Cina la notizia principale riguarda ancora il Covid, infatti Xi Jinping ha affermato che la Zero Covid Policy non verrà allentata particolarmente, poichè il Covid si diffonderebbe in modo esponenziale nelle città cinesi più popolose. Intanto per quanto riguarda il settore bancario cinese, lo stato ha deciso di diminuire il requisito minimo per le riserve monetarie delle banche, che così potranno aumentare i prestiti a aziende e cittadini, aumentando le proprie entrate. Con questa mossa Beijing sta cercando di risollevare la condizione delle banche, che hanno sofferto parecchio a causa di una diminuzione del tasso di crescita dell’economia cinese che ha, a sua volta, portato una riallocazione di grandi quantità di capitale al di fuori della Cina.

Puoi leggere il report completo cliccando QUI